Giorgio Gatti



Nasce a a Torino nel 1958

Da 35 anni lavora come fotografo umanista in giro per il mondo

Divide il suo lavoro tra l'Italia e la Francia, la nazione che lo ha adottato.​

"Zaino sulle spalle, macchina fotografica al collo e l’occhio curioso; questo è il ritratto di Giorgio Gatti mentre si aggira nelle vie delle città per cogliere l’inaspettato, l’insolito, il “bizzarro” della vita urbana intimamente intersecata all’umano che la abita.

Dominique Moran, critico e scrittore





Le sue opere